Asteroidi

by Alia

supported by
/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.

      name your price

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Digipack with artwork by Despe Graphic Arts

    Digipack con artwork curato da Despe Graphic Arts

    Includes unlimited streaming of Asteroidi via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 1 day

      €10 EUR or more 

     

1.
03:13
2.
3.
03:30
4.
03:25
5.
6.
02:43
7.
03:55
8.
9.
10.
(free) 01:01
11.

about

Selezionato come MIGLIORE OPERA PRIMA per le TARGHE TENCO 2015

Selezionato per le audizioni di MUSICULTURA 2016 fra oltre 2000 canzoni


RECENSIONI:

***Gran classe*** (Il Manifesto)

***Nessun pezzo passa inosservato, dalla commovente Corteccia a Cats*** (Il Mucchio)

***Illuminato dalla produzione limpida di Giuliano Dottori*** (Blow up)

***Asteroidi è un lavoro completo e maturo*** (Sentireascoltare)
sentireascoltare.com/recensioni/alia-asteroidi/

***Una produzione difficile e rara nel panorama italiano*** (Distorsioni)
www.distorsioni.net/canali/dischi/dischi-it/asteroidi

***Àlia è riuscito ad attingere il necessario da tutto ciò che costituisce il suo background musicale rimescolandolo sapientemente, osando e sperimentando nuove combinazioni e creando un interessante ibrido tra musica d’autore e pop che si lascia ascoltare tutto d’un fiato dalla prima all’ultima traccia*** (Rockit)
www.rockit.it/recensione/26751/alia-asteroidi

***Il disco è ben riuscito e merita di essere ascoltato*** (Ondarock)
www.ondarock.it/recensioni/2014_alia_asteroidi.htm

***Il lavoro, caratterizzato da un elettro pop asciutto e raffinato, avvolge con la sua morbida delicatezza.*** (inYourEye-zine)
www.iyezine.com/alia-asteroidi

***Un disco elegante, vagamente d’altri tempi, che ci mostra un cantautore florido e capace, che riesce a mettere nelle canzoni un ingrediente invadente come se stesso ma senza riempirle troppo*** (Fardrock)
fardrock.wordpress.com/2014/10/28/alia-asteroidi/

***Non c’è dubbio che Alia abbia la capacità di raccontare storie, il che è già una buona metà del percorso in un album di canzoni d’autore. Ma è convincente anche quando si tratta di scegliere l’atmosfera giusta per circondare le storie che scrive.*** (musiktraks)
www.musictraks.com/la-recensione-asteroidi-alia-traks.html

***musica d'autore elettronica, in costante sospensione tra delicatezza e ritmo.*** (Musicalnews)
www.musicalnews.com/articolo.php?codice=29707&sz=4

***Alia incanta. Per la delicatezza cristallina (v. Bouquet), la sensibilità pura e la bellezza armoniosa del suo mondo emozionale e delle sue canzoni, per la lievità porosa della sua musica*** (Mescalina)
www.mescalina.it/musica/recensioni/alia-asteroidi

***“Asteroidi” è un disco sicuramente riuscito, uno sguardo rivolto al passato ma con un passo veloce, molto moderno*** (the great compllotto-Radio)***
www.thegreatcomplottoradio.com/wordpress/alia-asteroidi/

***un disco denso di significati, di riferimenti letterari in cui possiamo ritrovare il piacere di aprire il booklet e leggere i testi ma anche di osservare una copertina, delicata ed essenziale, che ben rappresenta il progetto e il suo autore*** (losthighways)
www.losthighways.it/2014/11/19/asteroidi-alia/

***Asteroidi? Un quadro interstellare celante una proposta da tenere seriamente d’occhio.*** (mag-music)
www.magmusic.it/2015/10/23/alia-asteroidi/

_____________________________________________________
INTERVISTE:
Indie-eye: www.indie-eye.it/recensore/coverstory/alia-asteroidi-lintervista.html

Musictraks: www.musictraks.com/lintervista-alia-le-canzoni-buone-reggono-traks.html

Lost Highways: www.losthighways.it/2014/07/15/intervista-alia-2/

InToscana: www.intoscana.it/site/it/tv/tags/?tag=Asteroidi

Pointcomma: pointandcommamusic.weebly.com/italian-underground/category/alia

credits

released November 18, 2014

ASTEROIDI
Parole e musica di Alia
Tranne:
“la sicurezza degli oggetti” e “asteroidi” musica di alia/dottori

Prodotto da giuliano dottori
Hanno suonato:
giuliano dottori: chitarra elettrica, chitarra classica, basso, keys, percussioni e beat programming
alia: chitarra elettrica, keys, percussioni
cesare malfatti: chitarra classica e acustica su “Goldie Hawn”
raffaella destefano: voce in “Cats”
arrangiamenti voce: Alia
Registrato a Jacuzi Studio a Milano da Giuliano Dottori
Mixato da Matteo Cantaluppi allo Studio H 1-3 di Berlino.
Mastering di Giovanni Nebbia presso Ithil World Studio (IM)

tags

license

all rights reserved

about

Alia Bergamo, Italy

Alia is an italian singer/songwriter.

contact / help

Contact Alia

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Track Name: Bouquet
BOUQUET

Mi chiamo Piero Carminati,
Ho 35 anni appena compiuti,
E scrivo poesie,
che dedico solamente a te,
che oggi ti sposi

potrei risolvere con un solo gesto
la silloge perfetta
mentre mi guardo allo specchio,
stringo il nodo alla cravatta

dopodiché sei così bianca e infiorata
e stringi il tuo bouquet
tu vorresti lanciarlo a me
e non vedermi più
Track Name: Cats (feat. Raffaella Destefano)
CATS

Troppe parole strangolano l’aria
Quando a volte basta un fiore
Per arredare una casa

Troppe emozioni corrono per strada
E perdono d’intensità gridando “al lupo”

Ascolto le parole dei miei gatti
A colazione…
Loro si che ci san fare con le persone

Troppe canzoni girano nell’aria
Le più brutte stanno fuori
Chiuse nel traffico di un abitacolo

ascolto le parole dei miei gatti
A colazione…
Loro sì che sanno tutto del rumore…
Track Name: Goldie Hawn
GOLDIE HAWN

Mi piace quando dici che sei un’attrice
E che possiedi tutti i sentimenti
io li applaudirei!
mi piace quando dici che sei felice
Perché non lo sei mai completamente
Altrimenti a che servirei?

Scrivo per te
Parole piccole
Per poterne avere sempre
Per poterne dare tante
Scrivo di te…
abbraccio il mistero che
Mi consuma ma non mi spegne mai

Fra non-protagonisti è più difficile
Emergere se non hai un pubblico attento,
più che attento.
Prendi Goldie Hawn…
come Goldie Hawn…

Scrivo di te…
Traduco i silenzi che solo tu
Sai vestire con il trucco,
il migliore che hai
Scrivo di te…
Ti svelo il mistero che mi avvicina
Ma non ti invade mai:
Preferisco guardare
Per non rovinare il finale
Track Name: Musa
MUSA

Come faccio a esser sicuro nella notte
Se non riesco a vederti a toccarti
A stringerti forte
Io dipendo da una voce
Che va in fumo appena esco
Fra la gente mi confondo
E tu non parli se io non ti ascolto

Odio queste quattro mura
La mia prigione o mia unica cura?
Poesia arpeggiante
Tu mia zanzara
Che succhi dal sangue*
La sovranità delle tue verità
È un anello che ho ingoiato per sbaglio

Come faccio a esser sicuro nella notte
Se non riesco a vederti a toccarti.
A stringerti

*(estratti di Fantasia di Carnevale VII dai “Frammenti lirici” di Clemente Rebora)
Track Name: Case di ringhiera
CASE DI RINGHIERA

Avrei voluto vivere
In case di ringhiera
Abituarmi ai passaggi stretti
Ai cortili intatti

Avere ogni tipo di
Persona accanto
Essere certo che lo spazio
Non fosse mio soltanto

I giochi confinati
sui balconi di ringhiera
Interrotti dai passanti
Da caviglie parlanti
Un esercizio di costanza
Che regala pazienza

Ci sono case che chiudono dentro
Altre che han finestre sul mondo
Altre cosi vicine alla realtà

Le storie raccontate
Nelle calde giornate
I lavatoi nel deserto della campagna
Ché i panni sporchi
Non si lavano in casa

Ci sono case che vincono guerre
Altre ferme a braccia conserte
Sopra una seggiola

Io e te
Appartamento 3
Bagno cieco
Non vediamo mai nessuno
Track Name: Corteccia
CORTECCIA

Il gigante non guarda più lontano,
arretra il campo,
arreso come il grano di questa città,
in questa pianura

così anch’io rinuncio all’arredo,
al baciamano e ritorno all’amo,
alla mia famiglia

io vorrei fidarmi di te
anche se sei “niente” per me

io non lascerò traccia,
diventerò corteccia su cui
inciderai una vocale…
Sarà una “o”, sarà la “o” di…
Non lo voglio dire!

Io vorrei tenerti per me
Ma dimmi: cosa ci unisce?
Track Name: Asteroidi
ASTEROIDI

Prima o poi succederà
Che il giorno non invecchierà
E noi saremo fermi ad aspettare
Ad ammirare gli asteroidi
A lungo attesi

Prima o poi succederà
Che questo tempo si farà
Più forte delle nostre debolezze
E ci metterà alle strette

Ma non sarà una strage
A vista d’occhio che ci annienterà
Piuttosto un ragno nell’orecchio
Di questa città

Quando la parola parlerà
Quando finalmente ci farà paura
Quando…chissà

Questi indiani della metrica del nord
Che io chiamo pensieri
Continuano a cercare un po’ di pace
Lontano dai rumori

Ma non sarà una strage di pellerossa
Che voglio per te
Bensì un cratere nella testa di sei lettere

Quando la parola parlerà
Quando finalmente ti farà paura
Quando…chissà

E si farà così letteratura
Track Name: Verso il centro
VERSO IL CENTRO

Taglia e affetta
Questa vita imperfetta
Tieni sempre ciò che
Dà valore
Taglia e affetta
La tua pelle infetta
Getta via la buccia
Nella vasca del verde

Ma non vedi che stai scomparendo?
Continui a sprofondare verso il centro

Taglia e affetta
Cerca il cuore segreto
Dolce di Tropea
Scava in terra

Ma non vedi che stai scomparendo?
Nessuno verrà a cercarti nel tuo centro

Le lacrime asciugano lentamente
E al centro di una cipolla
Non c’è niente

Resta e aspetta
Sciogli la lunga treccia
Soffoca la bocca del vulcano
Parla piano
Mastica bene il fiammifero
Track Name: La sicurezza degli oggetti
LA SICUREZZA DEGLI OGGETTI

La notte è una tagliola
Che serra alle 23
il mattino un nodo in gola
Da sciogliere

Abbracciami cuscino
E portami via
In alto fra le stelle
E così sia

L’auto guarda avanti
Nella nebbia
aiuta gli occhi stanchi
Per la veglia

La fede è un galleggiante
Che si illumina
Soccorre l’uomo in panne,
la sua anima

C’è una cosa più forte di ogni uomo
Che non osiamo ammettere
È la sicurezza degli oggetti
Che non vogliamo perdere

Dietro quel foglio bianco
La matematica di un altro
Cuore infranto
Che scricchiola

Scompare un traguardo
nella cancelleria
E l’inchiostro blu cobalto
Non va più via

C’è una cosa più forte di ogni uomo
Che non osiamo ammettere
È la sicurezza degli oggetti
Che non vogliamo perdere

C’è una cosa più grande dell’amore
Che non mi fa desistere
È la sicurezza degli oggetti
Che sono sempre qui per me.